INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
Acqua, luce, benessere
Archivio: Agenda

Acqua, luce, benessere

In mostra l’architettura alpina contemporanea promossa dal Consorzio Pontedilegno-Tonale a compimento del concorso ad inviti ad inviti per il nuovo centro termale e di benessere che sarà inaugurato nel 2020 e sarà firmato da Archea Associati​

La Triennale di Milano
dal 9 al 21 gennaio
Data Pubblicazione: 3 January 2018

Nell’estate 2020 verrà inaugurato un innovativo centro termale wellness che amplierà l’offerta del comprensorio Pontedilegno – Tonale.

Il complesso sorgerà in piazzale Europa, nei pressi del centro storico di Ponte di Legno e sarà firmato dallo studio Archea Associati che hanno saputo coniugare design contemporaneo e valorizzazione del paesaggio nel rispetto del contesto urbano, naturale o della tradizione storico-culturale di riferimento.

Per presentare il nuovo look del piazzale, il Consorzio Pontedilegno – Tonale ha promosso Acqua, luce, benessere.

La mostra, a cura di Luca Molinari e allestita da Vudafieri-Saverino Partners con Cristofori Santi Architetti, presenta tutti i cinque progetti che hanno partecipato al concorso degli studi di fama internazionale aMDL – Architetto Michele De Lucchi, Archea Associati, CZA Cino Zucchi Architetti, Lissoni Architettura e Substantial Architecture.

Disegni, rendering e modelli illustreranno le interpretazioni originali di un’infrastruttura pensata per la cura e l’accoglienza in dialogo con i caratteri del paesaggio alpino.

Fotografie d’epoca e contemporanee introdurranno agli scenari progettuali e le bellezze di un territorio ricco di storia e paesaggi incontrastati.

L’articolazione dei progetti ha fornito l’occasione per definire un sistema di racconto per moduli, che impiega impiega 18 espositori in compensato lamellare di betulla naturale e ferro grezzo: raggruppati tra loro in modo da rievocare i petali di un fiore.

Il risultato è un percorso dinamico e continuo, di circolazione e di sosta, attraverso il quale i visitatori potranno conoscere e approfondire le proposte e il profilo dei cinque team di progetto, oltre allo straordinario contesto entro il quale sorgerà il centro termale.

Previous Next
Now Reading:
Il Tempo degli Orologi
Archivio: Agenda

Il Tempo degli Orologi

Rassegna dedicata alla nuova collezione di orologi del Museo Poldi Pezzoli
con un ricco calendario di attività

Milano, dal 10 gennaio fino a fine marzo
Data Pubblicazione: 2 January 2018

Museo Poldi Pezzoli presenta, grazie alla collaborazione di Pisa Orologeria e in occasione di L’arte merita più spazio, una rassegna dedicata agli orologi che accompagna il pubblico di tutte le età alla scoperta di questi oggetti, capaci di raccontare l’evoluzione tecnica e della storia del gusto attraverso i meccanismi e la preziosità delle casse.

Il tempo degli orologi prevede un ricco calendario di appuntamenti: i mercoledì sera sono dedicati agli aperitivi, durante i quali, grazie alla collaborazione con Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, si possono incontrare maestri artigiani, veri artisti nell’arte della smaltatura delle casse e della decorazione dei quadranti; per tre giovedì sera dialoghi con collezionisti, restauratori, esperti, fra cui Michel Parmigiani.

Molto ricca anche l’offerta del weekend: la domenica le visite guidate a cura degli esperti dell’associazione HORA, Associazione Italiana cultori di orologeria antica, narrano la storia del tempo dalla meridiana all’orologio automatico attraverso le collezioni del Museo, mentre ARASS Brera, Associazione Restauratori Strumenti Scientifici, tiene dei laboratori sul funzionamento dell’orologio antico.

Ai più piccoli sono dedicati i sabato pomeriggio.

 

Previous Next
Now Reading:
Un stella scintillante
Archivio: Agenda

Un stella scintillante

Rinascente illumina il Natale di Roma con la brillante creatività di Slamp e del talentuoso Moritz Waldemeyer
Data Pubblicazione: 28 December 2017

In ogni finestra della Rinascente di via del Tritone a Roma scintilla un’opera d’arte: una stella realizzata da Slamp su progetto del lighting designer Moritz Waldemeyer, che si illumina e diffonde ondate di luce su tutta la facciata.

Le onde luminose simboleggiano l’effetto che l’apertura del nuovo flagship store ha sulla città e oltre, come un faro che accende il cuore di Roma ed emana la sua luce tutt’attorno.

 

Previous Next
Now Reading:
Lightquake 2017
Archivio: Agenda

Lightquake 2017

Rocca Albornoziana - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto
Palazzo Ducale di Gubbio

fino al 25 febbraio 2018
Data Pubblicazione: 22 December 2017

Quindici artisti esplorano la poetica della Black Light Art – La luce che colora il buio e della Light Art con il progetto Lightquake 2017 per illuminare due splendide città dell’Umbria, Spoleto e Gubbio, con installazioni luminose e opere interattive.

Le mostre offrono al visitatore un’esperienza di notevole qualità percettiva, che permette di instaurare attraverso la luce e l’arte una relazione suggestiva e inusuale con le due città.

 

Attraverso le opere di Light Art, il pubblico è stimolato ad una differente percezione della luce, come veicolo di messaggi emotivi e culturali, con una forma di comunicazione immediata e partecipativa.

In particolare le opere di Black Light, la luce nera, confermano che “Il buio non esiste, è soltanto l’assenza della luce”. La black light è una radiazione ultravioletta che non è direttamente percepita dall’occhio si evidenzia solo quando colpisce superfici coperte da particolari pigmenti: le opere sembrano così emergere dal buio, creando un particolare impatto emotivo.

 

La luce colora il buio per riportare nelle regioni terremotate la luce della vita.

Il progetto artistico Lightquake è nato infatti per sostenere il recupero del patrimonio culturale danneggiato dal sisma che ha colpito il centro Italia nel 2016, attraverso una raccolta fondi finalizzata al restauro.

Previous Next