Triplex industrial chic

Montréal, in Canada, lo studio Les Ensembliers ha ideato il progetto di fusione di tre appartamenti, disposti su piani diversi, dando vita ad una nuova unità abitativa.

Sfruttando il marcato carattere industriale dell’edificio, i progettisti – l’architetto Maxime Vandal e l’interior designer Richard Oulette – hanno optato per due audaci espressioni architettoniche: un atrio che porta l’illuminazione naturale fino al terzo piano e un pavimento rialzato di tre gradini che collega le scale.

Per quanto riguarda gli interni dell’inedito triplex, la sala da pranzo, dal soffitto alto e con grandi finestre, si distingue per l’imponente camino in acciaio, il grande tavolo ovale e gli accessori composti da piccole lampade appese a una struttura cubica di barre di metallo. La cucina è invece ridotta all’essenziale, composta da tre isole minimali. L’elegante camera da letto principale, situata al terzo piano, si connota per i colori caldi. Tra i mobili e gli elementi decorativi meticolosamente selezionati dai progettisti spiccano le pareti rivestite in seta blu turchese, il camino in marmo di Verona e la pittura acrilica scelta per una stanza.

Ogni oggetto è stato scelto con cura per la sua personalità e per il modo in cui si inserisce nel contesto; ogni spazio è stato concepito come un’opera d’arte, con tocchi impressionisti. È il caso dell’ambiente bagno, dove l’elegante collezione Nastro di Ritmonio, in finitura cromo, crea linee sinuose e riflessi brillanti.