INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
Bershka a Roma
Archivio: Showroom

Bershka a Roma

Il pop-up store del marchio del Gruppo Inditex più grande del mondo

Ispirata ai concerti e ai backstage, la nuova estetica 'stage' rappresenta il dna del brand: musica, moda e spirito giovane
Data Pubblicazione: 28 December 2017

Bershka ha aperto in via del Corso, all’interno della Galleria Alberto Sordi, il suo secondo negozio pop up romano: esteso su 2.360 metri quadrati è il più grande del mondo.

Tutti i mobili e la decorazione sono stati disegnati esclusivamente per questo spazio seguendo l’immagine Stage, che accomuna tutte le nuove aperture.

Il risultato è un interior design dallo stile industrial e leggero, con soffitti aperti che lasciano intravedere la struttura formata da una travatura reticolare che percorre l’intero perimetro dello spazio, sorreggendo l’illuminazione, gli altoparlanti e i pannelli.

In Stage l’esperienza di acquisto è ottimizzata grazie agli arredi e alle strutture più funzionali e versatili che consentono di percorrere il negozio più facilmente e che permettono una migliore esposizione dei capi d’abbigliamento.

Previous Next
Now Reading:
Prada a Miami
Archivio: Showroom

Prada a Miami

Data Pubblicazione: 22 December 2017

Prada inaugura un negozio nel cuore del Design District di Miami e svela un’interpretazione inedita del concept design dei suoi spazi retail tratteggiando una nuova identità visiva.

Ispirata alla città di Miami – e coniugando il suo tratto distintivo Art Déco con l’influenza latino-americana – il nuovo allestimento incarna una serie di contrasti e contraddizioni che sono parte integrante dell’identità di Prada.

Lo spazio simula la sfera domestica, popolata di arredi originali e unici creati dai più importanti designer e architetti brasiliani della metà dello scorso secolo, tra i quali Joaquim Tenreiro, Carlo Hauner e Martin Eisler, Jorge Zalszupin, José Zanine Caldas e Sérgio Rodrigues.

Il lavoro di questi professionisti negli anni 40 e 50 è il tema ispiratore del progetto: un design intimamente legato all’ambiente circostante, grazie a una spiccata sensibilità per i materiali, che celebra l’esperienza dell’artigianato.

Gli esterni riflettono la precisione e l’ossessione tipica dell’architettura degli anni 60 per le linee rette.

Previous Next
Now Reading:
Henge a Beirut
Archivio: Showroom

Henge a Beirut

Il brand italiano apre il primo store monomarca nella capitale libanese con Maison Zen
Data Pubblicazione: 22 December 2017

Nel cuore di Beirut apre uno spazio interamente dedicato a Henge.

L’allestimento dello store, aperto con la furniture gallery libanese Maison Zen, è lo specchio dei progetti di interior contemporanei, internazionali e di alto livello, nei quali Henge si pone come partner di pregio, proponendo arredi, imbottiti, illuminazione, complementi, fino a prodotti speciali ad alto grado di customizzazione, tutti realizzati in modo rigorosamente artigianale.

Le sapienti mani degli artigiani Henge, sotto la guida del direttore artistico Massimo Castagna, danno vita ad arredi che esaltano le insostituibili capacità manifatturiere, frutto della tradizione made in Italy e sviluppate in contesti locali unici come il Veneto.

 

Previous Next
Now Reading:
Zara a Milano
Archivio: Showroom

Zara a Milano

Ha riaperto lo store riservato alla moda Uomo in Corso Vittorio Emanuele 11 con un'immagine completamente rinnovata
Data Pubblicazione: 22 December 2017

Il flagship store di circa 1000 metri quadri sviluppati su tre piani riflette la nuova immagine di Zara e si è evoluto nella direzione della massima funzionalità ed ecosostenibilità, in linea con i valori fondanti del Gruppo Inditex.

L’interior design elegante e discreto dello store, in cui predominano i toni chiari e le texture interagendo con le luci colorano gli spazi, è concepito come una cornice per la collezione di Zara Uomo, in cui i grandi protagonisti sono il prodotto e il cliente.

La disposizione ordinata e lineare ha lo scopo di migliorare l’esperienza del cliente.

L’obiettivo è stato quello di generare un nuovo ordine unitario e coerente, in grado di dialogare con la struttura originaria dell’edificio, mantenendo un carattere senza tempo, ma anche contemporaneo, di tendenza e glamour. Fonte d’ispirazione il lavoro dei grandi architetti classici italiani, virtuosi nell’uso della luce, nella conoscenza dei materiali e nella cura dei dettagli.

L’area centrale è l’anima dell’edificio, il piano terra rappresenta il luogo di connessione con la città, i piani superiori sono invece scanditi da pilastri metallici.

Per gli esterni sono stati utilizzati pietra e graniglia insieme all’ottone invecchiato, mentre per il restauro degli interni si è optato per alluminio e ottone naturale.

Il negozio si distingue per i quattro concetti che dominano la filosofia architettonica di Zara: chiarezza, funzionalità, bellezza e sostenibilità.

 

Previous Next