Vimar per TownHouse Duomo

Il primo e unico Hotel di lusso a sette stelle in piazza del Duomo è ospitato in un palazzo d’epoca affacciato sul cuore di Milano. Le 14 camere e suite che compongono TownHouse Duomo, oltre a essere state arredate dai migliori designer italiani, dispongono di un balconcino privato con vista sulla piazza e sulla cattedrale.

Ogni suite, grazie a un team di professionisti uniti nella valorizzazione dell’edificio storico sotto la supervisione delle belle arti di Milano, è stata progettata singolarmente, come un pezzo unico: una vera e propria opera d’arte. Le suite Pellico e Velasca, ad esempio, sono state progettate dall’architetto Agostino Danilo Reale che ha voluto imprimere loro alcune caratteristiche dominanti: contemporaneità, armonia delle proporzioni, versatilità degli spazi, geometrie pulite ed eleganti e lusso understated degli arredi.

La tecnologia Vimar, con i dispositivi della serie Eikon, ha saputo cogliere le necessità di una clientela esigente e ricercata. Seducenti fin dal primo sguardo, le linee di Eikon Tactil danno vita a una superficie in vetro liscia e luminosa, in grado di esaltare gli interni di questa struttura esclusiva.

Protette da quest’elegante materiale trovano posto i comandi KNX di Vimar. Appena sfiorarti un sensore proximity rileva la vicinanza al dispositivo e attiva una retroilluminazione a led RGB integrata. Per attivarli quindi basta un lieve tocco, che la tecnologia touch trasforma in controllo diretto dell’energia.

All’esclusività di Tactil si alternano le linee di Eikon Evo. Forme disegnate per apparire, dimensioni che risaltano con delicatezza sulle pareti, profilo ultra sottile. Le placche Eikon Evo danno spazio al pregio dei materiali e della loro lavorazione, valorizzano tasti e comandi con una cornice cromata che sottolinea le quattro varianti scelte in questo caso: pietra lavorata in quarzite grigia, cristallo color specchio bronzato, cristallo color argento ghiaccio e cristallo color bianco diamante. La forza sprigionata dalla pietra si alterna così alla luminosità del cristallo.

www.vimar.com